Museo

Complesso dei Girolamini

Il complesso monumentale dei Girolamini fu edificato tra la fine del Cinquecento e la metà del Seicento; deve il suo nome ai religiosi seguaci di san Filippo Neri che ebbero come loro primo luogo di riunione la chiesa di San Girolamo della Carità a Roma.

Il complesso, ingrandito e arricchito di opere d'arte nel corso del Settecento, diviene nel 1866 Monumento Nazionale con le leggi eversive del patrimonio ecclesiastico. I "Girolamini", che comprendono la chiesa monumentale, la quadreria e la celebre biblioteca, costituiscono una delle più importanti concentrazioni culturali della città di Napoli.

La Quadreria, formatasi tra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600 grazie alle donazioni, presenta dipinti cinquecenteschi con importanti testimonianze di maestri come Andrea Sabatini da Salerno, Agostino Tesauro e Giovan Filippo Criscuolo; la rigorosa cultura controriformistica è rappresentata dai pittori napoletani Fabrizio Santafede e Girolamo Imparato che dialogano con le opere di Federico Zuccari e del Pomarancio, con il romano Cavalier d’Arpino e con gli altri esponenti del tardo-manierismo umbro e fiorentino.

Nell’ambito del Seicento naturalistico troviamo le opere di Battistello Caracciolo, Jusepe De Ribera, Andrea Vaccaro fino a Guido Reni col famoso “Incontro di Gesù con San Giovanni Battista.

Indirizzo

Via Duomo, 142 – 80138 Napoli (Napoli)

Orari

Informazioni

Mail: drm-cam.gir@beniculturali.it

Tel: +39 081 294444

Fax:

http://www.polomusealecampania.beniculturali.it

CONDIVIDI