Biblioteca

Monumento

Archivio

Biblioteca Statale del Monumento nazionale di Montevergine

La Biblioteca di Montevergine è una delle dieci biblioteche pubbliche statali annesse ai Monumenti nazionali.

LA STORIA

Le sue origini rimandano al fondatore della Congregazione Verginiana, san Guglielmo da Vercelli, patrono d’Irpinia, che nei primi decenni del secolo XII diede vita alla nuova famiglia monastica. Anche per impulso della Regula benedettina, sorse ben presto sulla sommità del monte Partenio uno scriptorium. La biblioteca monastica, indispensabile in principio alle attività di studio e ricerca degli stessi religiosi, solo nei secoli successivi fu trasferita nel palazzo abbaziale di Loreto di Mercogliano, dove si trova ancora oggi. In seguito alle soppressioni delle corporazioni religiose, alla fine del XIX secolo, il Santuario venne dichiarato Monumento nazionale e la biblioteca diventò patrimonio dello Stato, ed è ora un istituto periferico del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
La Biblioteca di Montevergine aderisce dal 2000 alla rete nazionale SBN. I servizi offerti dalla Biblioteca sono: informazione e assistenza alla ricerca bibliografica e archivistica; consultazione in sede del materiale librario e archivistico; prestito locale; prestito interbibliotecario e Document Delivery, tramite ILL SBN; servizio fotocopie e fotoriproduzione; servizi via web, attraverso il modulo dedicato interno a SBN Web; visite guidate, su prenotazione, in giorni e orari stabiliti. La Biblioteca persegue una costante attività di promozione attraverso convegni, giornate di studio, mostre documentarie e bibliografiche.

LA COLLEZIONE##

La Biblioteca è specializzata in ambito religioso. Conserva al momento circa 200.000 volumi a stampa e 449 periodici. Dei 35 incunaboli e delle 1016 edizioni del Cinquecento sono stati recentemente pubblicati i cataloghi a stampa (Gli incunaboli della Biblioteca di Montevergine, 2017 e Le cinquecentine della Biblioteca di Montevergine, 2015). Inoltre, materiale audio, video, un ricco fondo musicale, 24 codici, manoscritti figurati. Nel piccolo archivio annesso alla Biblioteca, si conservano circa 7000 pergamene e 100.000 documenti sciolti. Tra i codici custoditi sono da menzionare perlomeno la Legenda de vita ed obitu Sancti Guilielmi, un manoscritto latino del secolo XIII in scrittura beneventana e gotica sulla vita del fondatore di Montevergine e il Breviarum ordinis cistercensium, un manoscritto latino del secolo XIV in scrittura gotica riguardante un lezionario monastico cistercense. Tra i manoscritti figurati vanno ricordate le numerose platee, per lo più risalenti al secolo XVIII, quando un agrimensore beneventano, Bartolomeo Cocchi, ricevette l’incarico di censire tutti i possedimenti della Congregazione di Montevergine.

Indirizzo

via Domenico Antonio Vaccaro, 1 – 83013 Mercogliano (Avellino)

Orari

dalle 9.00 alle 13.00 dal lunedì al venerdì

Sabato - domenica

Informazioni

Mail: bmn-mnv@beniculturali.it

Tel: +39 0825 787191 +39 0825789933

Fax: +39 0825 789086

http://www.bibliotecastataledimontevergine.beniculturali.it/

CONDIVIDI