Biblioteca

Archivio

Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III"

La Biblioteca Nazionale "Vittorio Emanuele III" di Napoli è una biblioteca pubblica statale dipendente dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo - Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali. Dopo le nazionali centrali di Roma e Firenze, si può considerare la maggiore biblioteca italiana, con un patrimonio di circa 19.000 manoscritti, di 4.563 incunaboli, 1.792 papiri ercolanesi, di circa 1.800.000 di volumi a stampa e oltre 8.300 testate di periodici.

La biblioteca conserva un patrimonio di grande rilievo, che per la completezza e varietà tipologica offre itinerari di ricerca multiformi e spesso esclusivi; qui è possibile trovare il fondo librario più antico posseduto dalle biblioteche italiane e straniere, la biblioteca ritrovata nell’antica Ercolano.

La fondazione della Biblioteca Nazionale di Napoli risale agli ultimi decenni del XVIII secolo, quando - in applicazione di un regio decreto - si cominciarono a collocare nel Palazzo degli Studi, oggi sede del Museo Archeologico, le raccolte librarie fino a quel momento conservate nella Reggia di Capodimonte. Tra queste la famosa libreria farnesiana che Carlo di Borbone, figlio ed erede di Elisabetta Farnese, aveva fatto trasportare nella nostra città nel 1734.

Indirizzo

piazza Plebiscito, 1 – 80132 Napoli (Napoli)

Orari

APERTA TUTTI I GIORNI (Tutte le istruzioni per accedere ai servizi sono fornite in tempo reale sul sito web)

Domenica e festivi

Informazioni

Mail: bn-na@beniculturali.it

Tel: +39 0817819111

Fax: +39 081403820

http://www.bnnonline.it/

CONDIVIDI