Archivio

Monumento

Biblioteca

Archivio di Stato di Caserta

L’Archivio di Stato di Caserta “nasce” nel 1963; il suo patrimonio archivistico casertano copre un arco cronologico di nove secoli, dal XII al XX, per un totale di 115.436 unità archivistiche.

Il più antico documento è una pergamena di Aversa, datata 1143, mentre i complessi documentari organici più antichi sono quelli notarili, risalenti al XV secolo. Nell’Archivio di Palazzo reale sono conservati i primi notai di Caserta, che iniziano dal 1426; presso la sede di via dei Bersaglieri vi sono i protocolli notarili della provincia dal 1465 al 1897.

In quest’ultima sede è anche conservato il diplomatico, composto di quasi cinquecento pergamene, fra le quali alcune con notazioni musicali. Di particolare importanza risultano i fondi giudiziari, a partire dalla corte locale di Piedimonte, risalente al XVIII secolo.

L’Archivio di Caserta conserva poi la documentazione proveniente dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nell’ambito del quale operò anche la Gran Corte Criminale, istituita per reprimere il brigantaggio nelle province meridionali all’indomani dell’Unità d’Italia.

Indirizzo

Piazza Carlo di Borbone - Palazzo Reale – 81100 Caserta (Caserta)

Orari

Apertura sala studio: Lunedì-mercoledì-venerdì 8-15

Sabato-Domenica

Temporaneamente chiuso fino a nuove disposizioni

Informazioni

Mail: as-ce@beniculturali.it

Tel: +39 0823355665

Fax: +39 0823355665

http://www.ascaserta.beniculturali.it/

CONDIVIDI