Archivio

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE – Interventi per il recupero e la valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale di chiese di enti parrocchiali

CIG – 

CONSULTARE LA PRESENTE PAGINA PER TUTTE LE COMUNICAZIONE RELATIVE ALLA PROCEDURA IN OGGETTO.

Interventi per il recupero e la valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale di chiese di enti parrocchiali.

Delibera di Giunta Regionale della Campania n. 274 del 24.06.2019.

Consigliamo di visionare la sezione relativa alle FAQ pubblicate nell’ambito della Manifestazione di Interesse per utilizzare la risposta alle richieste simili per cui è già stato fornito un riscontro

FAQ


1) Salve vi contattavo per avere qualche info per la Manifestazione di interesse per edifici di culto: – bisogna produrre una sorta di studio di fattibilità? – l’importo massimo finanziabile per ogni progetto? Certo di vostro riscontro,

Uno Studio di fattibilità, anche se non richiesto, aiuterà certamente a definire meglio modalità e costi della fase esecutiva. La Commissione nel considerare la validità della proposta in linea di massima dovrà cercare di non opporre ad essa la non fattibilità per via della previsione di spesa. Ma certamente le cifre che emergeranno non potranno prepotentemente assorbire l’intero stanziamento della delibera regionale o gran parte di esso, limitando e rendendo cioè impossibile così di accogliere il maggiore numero di proposte significative. Si invita quindi ogni proponente a fare proposte che prevedano spese il più possibile corrispondenti alla effettiva riuscita del progetto.

2) Buongiorno, in merito alla manifestazione di interesse in oggetto, si chiede: una diocesi può presentare una proposta progettuale, come avvenuto per il bando Oratori? Restando in attesa di riscontro, si augura buon lavoro.

La delibera della Giunta Regionale è riferita ad iniziative parrocchiali, ma ovviamente una Diocesi può valorizzare una o più iniziative che “Chiesa o Enti parrocchiali” potranno proporre.

3) come concordato, telefonicamente le invio richiesta di chiarimenti e richiedo un appuntamento presso la Vostra sede riguardo il bando destinato alle parrocchie della Regione Campania delibera 274 del 24.06.2019. I chiarimenti di cui chiedo informazione riguardano i seguenti punti: 1) se, sia per l’azione A che per l’azione B, è stabilito un tetto massimo di spesa 2) I computi metrici relativi all’azione A possono essere accorpati per lavorazioni o devono essere dettagliati alla stregua di un esecutivo? 1) I progetti da allegare per l’azione A devono essere trasmessi in forma cartacea e devono essere esecutivi, o, in questa fase possono essere assimilati a dei preliminari? 3) esiste un prototipo di domanda da compilare sia per l’azione A che per l’azione B, ed , inoltre esiste un elenco standard dei documenti da allegare? Grazie per l’attenzione dedicatami, resto in attesa dei chiarimenti e di un appuntamento, che spero possa avvenire in tempi brevi. Cordiali saluti

1)Non sono stati fissati tetti di spesa riferiti ai singoli progetti proposti. 2)E’ importante fornire all’esame della Commissione quanti più elementi possibili relativi al progetto. Ovviamente la Commissione, a sua volta, all’atto dell’insediamento, potrà dare più precise istruzioni metodologiche ovvero chiedere, dopo l’esame delle proposte, eventuali approfondimenti ed ulteriori documentazioni. 3)L’importante è la massima chiarezza nella esposizione della proposta e nella documentazione, anche cartacea, del progetto. 4) Non esistono moduli predisposti, ma la Commissione potrebbe richiedere singolarmente la risposta ad eventuali domande, anche attraverso possibili moduli riassuntivi.

4) Facendo seguito alla manifestazione d’ interesse della Giunta Regionale della Campania n° 274 del 24/06/2019, si richiede se i lavori di eliminazione delle barriere architettoniche rientrano nelle finalità previsti dalla stessa, saluti

Ovviamente le barriere architettoniche devono essere eliminate e non è pensabile che sia possibile presentare un progetto che non le preveda.

5) Salve! ringrazio per la precedente risposta ad una mia domanda, colgo qui per chiedere un’altro chiarimento cioè: – la documentazione complessiva per la manifestazione di interesse come leggevo va comunque inoltrata a questo indirizzo di posta! – la documentazione complessiva per la manifestazione di interesse, va inoltrata da parte del legale rappresentante della Parrocchia che ne richiede l’interesse giusto? ringrazio per l’attenzione. Saluti

Alle due nuove domande la risposta può essere data con due “si”, precisando che, per la prima domanda ovviamente la Commissione, all’atto del suo insediamento, potrà richiedere ad altro più preciso indirizzo l’invio di eventuali documenti ed approfondimenti. Per la seconda domanda, si aggiunge che ovviamente chi firma la proposta si assume le responsabilità e l’impegno a realizzare, in caso di accoglimento, quanto proposto. Ed è per questo che deve esserci la firma di chi ha comunque la responsabilità del fare.

6) ho, nella giornata di ieri, inviato una richiesta di chiarimenti che integro con ulteriori domande. 1) il contributo riguarda solo beni di proprietà delle parrocchie o, come si interpreta nella delibera ” … patrimonio di chiese e enti parrocchiali”, è indirizzato anche a chiese di proprietà di enti religiosi o quant’altro, quindi non solo quelle parrocchiali? 2) il finanziamento che verrebbe erogato copre l’intero intervento o, l’ente richiedente è tenuto a contribuire, ed, in tal caso, in che misura deve contribuire? 3) esiste una scaletta per l’attribuzione di eventuale punteggio per un eventuale graduatoria delle richieste pervenute? E’ necessario avere queste informazioni in tempo breve per poter poi procedere alla richiesta che deve pervenire al Suo ufficio, come si legge nel bando, entro il 31 gennaio p.v. tramite mail (tutta la documentazione quindi deve essere scannerizzata compreso i grafici eventuali, ed in tal caso quale è il formato richiesto) Restando in attesa dei chiarimenti richiesti, invio cordiali saluti

1) La Commissione approfondirà soprattutto la valenza del progetto e la sua coerenza con le finalità fissate dalla delibera della Giunta Regionale, ovviamente considerando importante la durata della funzione proposta e sarà quindi necessario accertare, altresì, la titolarità del bene che potrebbe pure non essere di proprietà del proponente, ma anche solo ottenuto in comodato o in concessione. 2) Il richiedente non è tenuto a contribuire, ma deve precisare se e quali altri finanziamenti renderanno possibile il finanziamento di quanto progettato. 3) Non ci saranno punteggi e graduatorie. La Commissione, come precisato nella “Manifestazione di Interesse”, valuterà soltanto la precedenza da dare a quelle opere che rivestono carattere di urgenza soprattutto perché già cantierabili o più facilmente di altre pronte a partire.

7) In riferimento alla manifestazione di interesse riguardante Interventi per il recupero e la valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale di chiese ed enti parrocchiali porgo il seguente quesito: siccome all’art. 6 fasi procedurali di attuazione del progetto. Modalità e tempi – è riportato Preparazione/Progettazione Novembre Dicembre 2019 – un sindaco può partecipare, alla data di oggi, alla manifestazione di interesse, visto che il termine ultimo per partecipare è il 31 gennaio 2020? La richiesta di partecipazione alla manifestazione deve essere fatta dal Comune oppure dalla Chiesa interessata? Nell’attesa di una vs. sollecita risposta, porgo cordiali saluti.

La scadenza per la partecipazione alla Manifestazione di Interesse è fissata al 31 Gennaio 2020 Le richieste di partecipazione alla Manifestazione di Interesse possono essere presentate da Chiese e/o Enti Parrocchiali.

8) Salve, sono venuto a conoscenza e ho letto il bando relativo alla delibera della giunta regionale della Campania n 274 24.06.2019. Nel progetto si può inserire ristrutturazione di locali parrocchiali che vengono utilizzati per attività rivolte a minori a rischio, In un territorio molto particolare che offre poco o niente, dove la delinquenza minorile è frequente, la dispersione scolastica e tanti altri problemi. Certo di un vostro riscontro vi saluto

Si conferma che un progetto per “attività rivolte ai minori a rischio” può essere presentato all’esame della Commissione.

9) In riferimento all’oggetto , si chiede di conoscere le modalità di presentazione del progetto di che trattasi. In particolare, si chiede se il progetto deve intendersi preliminare o esecutivo, corredato da una stima dei costi dei lavori, da una relazione descrittiva dell’intervento, ecc. ed ogni documentazione utile alla definizione dell’intervento. Distinti saluti

Le modalità sono quelle illustrate dalla manifestazione di interesse in relazione alla delibera della Giunta Regionale. Ovviamente la Commissione, all’atto del suo insediamento, potrà richiedere ai proponenti ulteriori precisazioni ed eventuali integrazioni e correzioni della modalità adottata, laddove dovesse ritenerlo necessario.

10) Spett.le Società In qualità di incaricato di un ente parrocchiale, con riferimento alla MANIFESTAZIONE DI INTERESSE relativa alla del. n. 274 del 24.06.2019 della Regione Campania, chiedo cortesemente di sapere: 1. la documentazione esatta da inviare per un intervento di cui all’azione A – relazione tecnica, computo metrico, capitolato speciale di appalto, eventuali elaborati grafici o un semplice quadro di spesa riepilogativo; 2. quali sono i prezzi da applicare per interventi di ristrutturazione – azione A; 3. quali prezzi applicare per interventi di cui alle azioni B; 4. se si possono presentare separatamente proposte progettuali per le singole azioni A e B o è obbligatorio presentare proposte integrate; 5. quali sono i limiti di importo per le singole azioni A e B; 6. se gli interventi sono a totale carico della regione o è prevista una contribuzione da parte dell’ente parrocchia; 7. essendo il territorio comunale sottoposto a vincolo paesaggistico, chi provvederà all’acquisizione dei relativi pareri e autorizzazioni. Nel ringraziare per i chiarimenti che mi saranno forniti, stesso mezzo, porgo distinti saluti

1) Nel presentare la proposta, si faccia riferimento alla più ampia e completa documentazione disponibile, considerando che la Commissione, all’atto del suo insediamento, potrebbe comunque ritenere necessarie altre notizie o documenti che saranno in tal caso richiesti. 2)-3) Non ci sono indicazioni da dare per i costi che ovviamente si consiglia di contenere il più possibile. 4) Si possono presentare proposte separate 5) Per la quinta domanda vale la stessa risposta data alla 2) ed alla 3) 6) Non è necessaria la contribuzione dell’Ente proponente, ma ovviamente può esserci. 7) Chi presenta la proposta dovrà ovviamente corredarla di tutti i permessi e le autorizzazioni o comunque dovrà preoccuparsi di ottenerli.

11) Gentilissimi nell’ambito della manifestazione di interesse in oggetto si chiede: 1. Ciascuna idea progettuale deve contenere entrambe le linee di intervento A e B oppure possono insistere su una delle due misure? 2. Nel caso in cui si presenti una domanda per entrambe le linee c’è un vincolo di ripartizione delle risorse economiche? 3. Nell’ambito della linea B è ammissibile presentare una star up giovanile (ETS) che curi le attività sociali nell’ambito della parrocchia? Si ringrazia per l’attenzione.

Si possono presentare proposte separate Vale la risposta alla domanda precedente E’ in linea di principio possibile sottoporre alla valutazione della Commissione anche un progetto di star up che ovviamente sarà la stessa Commissione a dover valutare.

12) Abbiamo interesse a partecipare al vs. bando di gara per il recupero e la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale di Chiese e enti Parrocchiali, turttavia non trovando limiti di spesa ammissibili vi preghiamo di esplicitarci se sussistono soglie economiche di riferimento della spesa.

Non ci sono indicazioni da dare per i costi che ovviamente si consiglia di contenere il più possibile. Consigliamo di visionare la sezione relativa alle FAQ pubblicate nell’ambito della Manifestazione di Interesse per utilizzare la risposta alle richieste simili per cui è già stato fornito un riscontro.

13) Salve in merito alla manifestazione d’interesse volevo porre una serie di quesiti: 1. la proposta progettuale deve riguardare entrambe le linee d’azione (A e B) o può riguardare anche una sola delle due? 2. Nel caso in cui dovessero essere obbligatorie entrambe le linee d’azione è indifferente l’incidenza di una o l’altra sul progetto? o c’è una percentuale per cui la linea di azione A o B deve incidere sul progetto? 3. Per quanto riguarda l’azione A (ristrutturazione/restauro), nel caso si tratti di immobili non soggetti a vincoli, gli interventi possono riguardare anche lavori di ristrutturazione più importanti? 4. In merito ai soggetti e associazioni da coinvolgere c’è necessità di una lettera di collaborazione o basta la descrizione all’interno del progetto del soggetto e dell’attività svolta? Certo della vs attenzione, colgo l’occasione per porgere cordiali saluti e augurarvi buon lavoro

1) Si possono presentare proposte separate. 2) Non è obbligatoria la risposta alle entrambe linee d’azione. 3) Una ristrutturazione può essere oggetto del progetto e la Commissione potrà valutare l’utilità di essa tenendo conto che l’obiettivo è quello di avere progetti che possano determinare immediata fruibilità.

CONDIVIDI


Profilo del committente

Scabec S.p.A.


Spa a Socio Unico

Indirizzo


Via Generale Giordano Orsini, 30 - 80132 Napoli

Telefono


+ 39 0815624561

Posta elettronica


segreteria@scabec.it

Posta certificata


gare@pec.scabec.it

Profilo del committente

Scabec S.p.A.


Spa a Socio Unico

Indirizzo


Via Generale Giordano Orsini, 30 - 80132 Napoli

Telefono


+ 39 0815624561

Posta elettronica


segreteria@scabec.it

Posta certificata


gare@pec.scabec.it