Peppe Iannicelli — 20/05/2021

Napoli, ciak si gira: alla scoperta del capoluogo campano attraverso fiction e film.

Napoli è diventata una vera e propria capitale dell’audiovisivo di successo con tantissimi titoli capaci di ottenere ascolti record in prima serata. Il boom di Mina Settembre e del Commissario Ricciardi sono soltanto gli ultimi esempi di una storia di successi che riguarda anche L’Amica Geniale, Sophia Loren, Totò e il professor Bellavista.

La narrazione audiovisiva di Napoli, sostenuta anche dagli investimenti della Regione Campania, della Scabec, della Campania Film Commission, ha esaltato la curiosità degli amanti di fiction tv e dei cinefili. E si è moltiplicata l’offerta di movie tour che consentono di scoprire o riscoprire Napoli visitando i luoghi dove le storie amate dal grande pubblico sono ambientate.

Mina Settembre, dai baretti a Palazzo Donn’Anna

Le avventure della spericolata assistente sociale, interpretata da Serena Rossi, hanno fatto innamorare milioni di telespettatori anche grazie alla magia dei luoghi frequentati dalla protagonista: i baretti di Chiaia, i vicoletti del Centro Storico, la spiaggia che lambisce il magnifico Palazzo Donn’Anna, i palazzi hi-tech del Centro Direzionale. Al temine della prima serie siamo rimasti tutti con il fiato sospeso: chi sceglierà Mina tra l’ex marito magistrato e l’affascinante dottore? Oppure spunterà un nuovo amore? Di certo ancora una volta Napoli sarà protagonista.

Bastardi di Pizzofalcone e Commissario Ricciardi

I romanzi di grande successo di Maurizio de Giovanni sono diventati fiction amatissime. Quella del Commissario Ricciardi è una Napoli onirica sospesa tra verità e immaginazione, con i protagonisti che si muovono tra il Teatro di San Carlo, via Toledo e il Caffà Gambrinus di piazza Trieste e Trento, dove c’è un tavolo sempre prenotato a nome del Commissario.
Da Piazza Plebiscito bisogna allungare lo sguardo oltre la facciata monumentale della Basilica di San Francesco da Paola per scorgere il commissariato dei Bastardi di Pizzofalcone, che svelano misteri e arrestano criminali in case di una bellezza mozzafiato.

Il Rione de L’Amica geniale

È un successo internazionale quello de L’Amica Geniale. Gli episodi finora girati da Saverio Costanzo hanno fatto il giro del mondo facendo scoprire la Napoli del secondo dopo guerra attraverso la crescita delle due protagoniste.
Gli appassionati scattano selfie al cospetto dei murales dedicati alla fiction nel Rione Luzzati, grazie alla collaborazione tra Campania Film Commission e Museo Madre. Il tour si sposta poi in direzione di piazza dei Martiri, simbolo di una città altra e altera rispetto alla condizione d’origine dei protagonisti del romanzo di Elena Ferrante. Riflettori puntati anche su Piazza Dante e le spiagge dell’isola d’Ischia.

Così parlò Bellavista

Luciano De Crescenzo continua a essere amatissimo. I suoi libri e i suoi film sono una costante fonte d’ispirazione per chi voglia comprendere a pieno l’anima partenopea. La Napoli di Bellavista ha dei luoghi che il cinema ha fatto entrare nell’immaginario collettivo, a cominciare dal mitico condominio di via Foria sconvolto dall’avvento del milanese Cazzaniga nel film Così parlò Bellavista. Al cospetto di Castel dell’Ovo si rivive la scena nella quale l’assistito fornisce i numeri al lotto, poi rivelatisi fallaci, agli allievi del professore. A San Gregorio Armeno si ripropone l’eterno dilemma: presepe o albero di Natale?

Profumo di Pizza.
Julia Roberts e Donna Sophia

Napoli, film e pizza. Una ricetta straordinaria esaltata nei tour gastronomici e cinematografici dedicati a Julia Roberts e Sophia Loren. Le due attrici da Oscar hanno fatto conoscere e amare la pizza napoletana in tutto il mondo. Turisti e appassionati di cinema sono pronti a lunghe code e ad attesa di ore a Forcella. Tutti vogliono mangiare nell’Antica Pizzeria da Michele le pizze gustate da Julia Roberts nel film Mangia, prega, ama diretto da Ryan Murphy. La pellicola, del 2010, è tratta dall’omonimo romanzo autobiografico di Elizabeth Gilbert, interpretata dalla Roberts. Una donna di mezz’età dopo un difficile divorzio dal marito viaggia alla ricerca del senso della vita. E arriva anche a Napoli restandone conquistata.


Si mangia e non si paga”. Bisogna risalire da Forcella costeggiando il Museo Archeologico Nazionale per arrivare a Materdei, dove continua a sfornare delizie la Pizzeria Starita.
Sophia Loren offre le pizze ai passanti in uno dei sei episodi de L’Oro di Napoli, girato da Vittorio De Sica nel 1954 con la sceneggiatura di Zavattini. Pizze buonissime come i “generosi promemoria” della bella Sophia che faceva impazzire il malcapitato marito, il grandissimo Giacomo Furia, mostrando il suo bel seno agli avventori. Un anello smarrito scatena un’incredibile serie di scenette tra piazze, vicoli e palazzi.

julia roberts pizza napoli mangia prega ama

Totò, Principe della Sanità

Molti critici cinematografici storcevano il naso stroncando i film di Totò, ritenuti troppo commerciali e mediocri. Il tempo e la continua programmazione televisiva li hanno rivalutati. Alle battute di Totò si continua a ridere da decenni e anche i giovanissimi visitatori di Napoli si mettono sulle sue tracce. Sosta obbligatoria al 109 di via Santa Maria Antesaecula, dove Antonio De Curtis nacque, nel quartiere Sanità. Un borgo tra i più attraenti della città di Napoli per la vivacità del mercato, il cibo di strada, le catacombe, le magnifiche chiese e i palazzi popolati da fantasmi. Poco lontano il Duomo, la Chiesa dei Girolamini, Forcella, che ospitarono le scene più spettacolari di Operazione San Gennaro, la storia di un funambolico furto del tesoro del Patrono.

Totò, Operazione San Gennaro

18/06/2021

Enrico Caruso, il tenore dei due mondi A cento anni dalla morte continua a crescere il mito del grandissimo artista. Visse d’arte ma anche …

Musica

10/06/2021

Villa delle Ginestre panorama, rime e frittelle Apriamo le porte di Ville delle Ginestre sulle pendici del Vesuvio. La dimora di fine Seicento, …

Tour

03/06/2021

Dodici Volti nel Volto, Christian Leperino in mostra al Duomo di Napoli Christian Leperino e l'arte contemporanea in mostra per la prima volta nella Cripta di San Gennaro …

Arte contemporanea

Mostra

03/06/2021

Dentecane, la capitale del torrone Un viaggio dolcissimo a Dentecane, una minuscola e deliziosa frazione di Pietradefusi equidistante …

Natura

Tour