Gara a procedura aperta per il servizio di COMUNICAZIONE E MARKETING del sistema Campania>Artecard

FAQ

QUESITO n°1: NEL MODELLO DI OFFERTA ECONOMICA (MODELLO OFF-ECO) è RICHIESTO IL PREZZO ORARIO, MENTRE NELLA TABELLA DI ATTRIBUZIONE DEL PUNTEGGIO VIENE INDICATO IL VALORE ECONOMICO DEL SERVIZIO E IL VALORE ECONOMICO DELLA PRODUZIONE DEI MATERIALE (PREZZI UNITARI). RICHIEDIAMO, PERTANTO, DI PRECISARE QUALE VALORE (PREZZO) DOVRà ESSERE EFFETTIVAMENTE RIPORTATO NEL MODELLO DI OFFERTA ECONOMICA.
RISPOSTA n°1: Il valore da riportare nel modello di offerta economica è quello specificato nella tabella di attribuzione del punteggio (valore economico dell’offerta e valore economico della produzione dei materiali). E’ stao pubblicato il modello OFF-Eco aggiornato.


QUESITO n°2NELLA DESCRIZIONE DEI SERVIZI, RELATIVAMENTE AL DIRECT E TRADE MARKETING SI PARLA DI DATABASE CONSUMER E DATABASE TRADE A DISPOSIZIONE. SI INTENDE CHE GLI STESSI VERRANNO FORNITI DALLA STAZIONE APPALTANTE?
RISPOSTA n°2:   I database Consumer e Trade sono quelli messi a disposizione dalla ditta concorrente.


QUESITO n°3PER QUANTO CONCERNE LE CERTIFICAZIONI, è SUFFICIENTE IL POSSESSO DI UNA SOLA CERTIFICAZIONE TRA QUELLE RICHIESTE PER POTER OTTENERE IL PUNTEGGIO DI 5?
RISPOSTA n°3Il punteggio verrà attribuito in proporzione alle certificazioni possedute dalla ditta concorrente.


QUESITO n°4:  Direct e Trade marketing – Piano di distribuzione territoriale Il costo del personale e delle utenze per gli Infopoint/Punti distribuzione attualmente utilizzati per la promozione e vendita della CAMPANIA>Artecard già esistenti come quelli della Stazione Centrale di Napoli e dell’Aereoporto di Capodichino restano a carico della SCABEC oppure dovranno essere a carico della società aggiudicatarie del servizio ?
RISPOSTA n°4Il costo del personale e delle utenze degli infopoint è a carico del fornitore del servizio “Informazione e prenotazione”.


QUESITO n°5:  Relativamente alla voce “CO-MARKETING finalizzato alla promozione del prodotto alla veicolazione del marchio…….” è previsto la possibilità di proporre ai vari Partner coinvolti possibili CONVENZIONI che prevedano la distribuzione dei Kit di Vendita ad un prezzo ridotto ai propri clienti, affinché si possa offrire un reale interesse a veicolare il prodotto ?
RISPOSTA n°5:  E’ possibile prevedere un agio di distribuzione, compatibilmente con gli introiti da riconoscere ai siti del circuito.


QUESITO n°6:  Cosa s’intende per “Progettazione di Piani di Comunicazione sulla base dei budget indicati dalla SCABEC per le singole iniziative, con attuazione del Piano Media previa approvazione” ? Cioè deve essere presentato in fase di gara una Ipotesi di Piano di Comunicazione e Piano Media oppure devono essere indicate metodologie adottate e le professionalità che attueranno il Piano di Comunicazione e il Piano Media definito di volta in volta dalla SCABEC nell’ambito del budget complessivo ?
RISPOSTA n°6:  In fase di gara va presentata una proposta tecnica dalla quale si evincono, tra gli altri,  “Criteri ed obiettivi di progettazione di piani di Comunicazione”. In funzione delle iniziative, alla ditta aggiudicataria sarà richiesto di progettare un Piano Media con azioni specifiche, rispondenti ai criteri di gara, da attuale dopo eventuale validazione da parte della Scabec.


QUESITO n°7Nell’Offerta tecnica devono essere indicate e pianificate eventuali Eventi promozionali, road show, conferenze stampa, educational e press tour ? oppure saranno programmate e pianificate dalla SCABEC e la società aggiudicatarie dovrà garantire personale e servizi per la corretta esecuzione ?
RISPOSTA n°7:  Nella proposta tecnica devono essere indicati, tra gli altri,  “Criteri ed obiettivi di progettazione di piani di Comunicazione”, nell’ambito dei quali potranno essere proposte azioni promozionali che la ditta concorrente ritiene pertinenti alla proposta.


QUESITO n°8Nell’Offerta tecnica devono essere presentate delle proposte grafiche rispetto ai vari materiali indicati nel disciplinare? oppure saranno richieste dalla SCABEC di volta in volta e la società aggiudicatarie dovrà garantire personale e servizi per la corretta esecuzione ?
RISPOSTA n°8Non è necessario presentare proposte grafiche rispetto ai vari materiali indicati nel disciplinare. 


QUESITO n°9Nel modello “OFF-ECO” è richiesto il “prezzo orario offerto per il servizio”, si richiede cosa s’intende e per quale servizio, vista l’eterogeneità dei servizi da realizzare e delle professionalità impiegate.
RISPOSTA n°9Il valore da riportare nel modello di offerta economica è quello specificato nella tabella di attribuzione del punteggio (valore economico dell’offerta e valore economico della produzione dei materiali). E’ stao pubblicato il modello OFF-Eco aggiornato.


QUESITO n°10Nell’offerta economica è soggetto a ribasso solo il Valore per il Servizio cioè sui soli € 240.000,00 oltre IVA ?
RISPOSTA n°10: SI


QUESITO n°11Nella Busta C – Offerta Economica il “PREZZO OFFERTO PER IL SERVIZIO” dovrà essere inserito nel modello OFF-ECO, oppure dovrà essere riportato su un ulteriore dichiarazione. Allo stesso modo anche i “PREZZI UNITARI OFFERTI” per la produzione dei materiali dovranno essere inseriti nel modello OFF-ECO, oppure dovranno essere riportati su un ulteriore dichiarazione.
RISPOSTA n°11:  Come indicato all’art. 14 del Disciplinare di gara, nella busta C, a pena di esclusione dalla gara, vanno inseriti: – il modello “OFF-ECO” contenente gli elementi dell’offerta economica – il modello “DIC-OFF” contenente le dichiarazioni collegate all’offerta economica; – il prezzo offerto per il servizio, con indicazione, separata, degli oneri di sicurezza; – i prezzi unitari offerti per la produzione dei materiali.  


QUESITO n°12: All’art. 1 del Disciplinare Tecnico vengono indicati letteralmente come obiettivi “l’aumento del numero dei punti vendita delle card, incremento di infopoint e distribuzione materiale….”, pertanto si chiede se tra i servizi da offrire vi è anche:

a) l’individuazione dei nuovi punti vendita delle card, degli infopoint e distribuzione materiale?

 b) se la risposta è affermativa, se il servizio da offrire comprende la sola individuazione e creazione dei siti (cioè accordi con le strutture che accetteranno di operare come punti vendita ed infopoint), oppure il servizio dovrà prevedere per l’intero periodo dell’affidamento la gestione dei nuovi punti vendita ed infopoint, compreso il costo del personale?
RISPOSTA n°12:

a) si

b) Solo accordi con le strutture che accetteranno di operare come punti vendita ed infopoint.


QUESITO n°13: confermate che nella proposta tecnica la ditta concorrente deve indicare dettagliatamente (quali e quante) attività di comunicazione (ad esclusione del Piano Media) intende realizzare per raggiungere i vari obiettivi indicati nell’art. 1 del disciplinare tecnico?
RISPOSTA n°13: confermiamo.


QUESITO n°14: alla FAQ – RISPOSTA n°5: E’ possibile prevedere un agio di distribuzione, compatibilmente con gli introiti da riconoscere ai siti del circuito. E’ possibile conoscere il Range del suddetto agio di distribuzione che può essere riconosciuto, nel pieno rispetto degli introiti da riconoscere ai siti del circuito, in quanto gli operatori da coinvolgere concretamente e da indicare nella proposta tecnica ne fanno richiesta?
RISPOSTA n°14Attualmente l’agio di distribuzione varia da un minimo di 1,50 euro ad un massimo di 2,50 euro.


QUESITO n°15: Relativamente ai Prezzi Unitari per la produzione dei materiali da indicare nell’offerta economica è possibile conoscere, per ciascun elemento (flyer, locandina e totem), il quantitativo minimo che sarà richiesto per ogni ordine di materiale? Ci confermate che la consegna di ciascun ordine dei suddetti materiali sarà effettuata sempre presso la sede della Scabec?
RISPOSTA  n°15:

Non è possibile definire il quantitativo minimo perché la programmazione è in corso. 

La consegna potrebbe essere anche in un luogo individuato come magazzino e presso gli infopoint.


QUESITO n°16: Poiché tra i servizi richiesti deve essere garantita “progettazione e stampa di dépliant, guide informative, mappe e card Campania>Artecard contenute nel kit di vendita”.

il costo della stampa del suddetto materiale è a carico della ditta aggiudicataria ?

In caso affermativo quale è il quantitativo di Kit di vendita massimo da garantire nei 2 anni del servizio ?
RISPOSTA  n°16:  Si, ed è ricompreso tra i materiali di cui alla precedente domanda 15. Non è possibile prevedere il quantitativo, il dato storico medio annuo è circa 35.000 kit.


QUESITO n°17: Poiché tra i servizi richiesti deve essere garantita “progettazione e stampa di brochure, locandine, gadget utilizzati ai fini promozionali……” il costo della stampa/produzione del suddetto materiale è a carico della ditta aggiudicataria?

In caso affermativo: a) relativamente alla voce “brochure e locandine” sono le stesse indicate nell’offerta economica o potrebbero essere diverse?

b) In relazione alla voce GADGET, quali e quanto gadget dovranno essere previsti?
RISPOSTA  n°17: Si, ed è ricompreso tra i materiali di cui alla precedente domanda 15 come da art.4 disciplinare di gara.

a) Prevalentemente le stesse.
b) Su proposta del fornitore e validazione da parte di scabec.


QUESITO n°18: Poiché tra i servizi richiesti deve essere garantita “progettazione e realizzazione di stand, corner, totem e altri supporti in occasione di fiere e borse del turismo” per realizzazione s’intende la sola “realizzazione grafica” oppure la produzione materiale dei vari supporti (stand, corner, etc.), oltre il trasporto, montaggio, allestimento e disallestimento?
RISPOSTA  n°18: Si intende anche la produzione, mentre montaggio, allestimento e disallestimento va verificato e computato di volta in volta in funzione delle manifestazioni.


QUESITO n°19:  Chiediamo chiarimenti in merito agli importi relativi alle capacità economiche e tecniche in quanto risultano incongruenze tra il bando e il modello DOM-DIC. In particolare, sia il bando di gara che il disciplinare di gara riportano, nella sezione relativa alle capacità economiche e tecniche, i seguenti requisiti necessari:

– un fatturato globale negli ultimi 3 esercizi (2013-14-15) non inferiore a 750.000 euro – un fatturato specifico per servizi analoghi negli ultimi 3 esercizi (2013-14-15) non inferiore a 375.000 euro – almeno un contratto di punta per servizi analoghi di importo non inferiore a 250.000 euro Invece nel modello “DOM-DIC”, alla quarta pagina, c’è scritto quanto segue: “la ditta dichiara:  – che il fatturato globale d’impresa realizzato negli ultimi tre esercizi finanziari approvati 2013, 2014, 2015 complessivamente non inferiore a € 480.000,00 DICHIARA INOLTRE IL SEGUENTE REQUISITO DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE – di aver svolto in almeno uno degli ultimi tre esercizi approvati 2013, 2014, 2015 un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad €. 240.000,00 –   Svolgere, alla data di presentazione della domanda di partecipazione alla gara almeno un servizio un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad . 160.000,00 (cod. contratto di punta) “ Per tutti i requisiti necessari, fa fede quanto scritto sul bando? Dobbiamo modificare il modello DOM-DIC?
RISPOSTA  n°19: Fa fede quanto indicato in bando e capitolato, abbiamo provveduto a rettificare il modello DOM DIC.


QUESITO n°20:  Nel bando di gara, al paragrafo III.2.3 si scrive:

“ciascun concorrente deve: a) aver svolto nel periodo di riferimento (ultimi tre anni), regolarmente e con buon esito, almeno uno o più servizi analoghi, rientranti nella stessa tipologia dei servizi in appalto in precedenza specificati, per conto di un committente pubblico o privato” Confermate che ci si riferisce a committente pubblico o privato? E non solo ad ENTE Pubblico come riporta lo schema nel modulo DOM-DIC?
RISPOSTA  n°20: confermiamo che ci si riferisce a committente pubblico o privato.


QUESITO n°21:   In merito alla gara in oggetto, per il versamento autorità si rileva discrepanza tra l’importo  richiesto dall’art. 14 del disciplinare e quanto indicato nel sito dell’Anac, come sotto riportato. Prego confermare sia importo del versamento autorità che la data di presentazione offerta.
RISPOSTA n°21: Si conferma il versamento previsto dal sito ANAC  (€ 35,00), mentre la data di presentazione dell’offerta è quella indicata nel disciplinare di gara.


QUESITO n°22: Nel disciplinare, art 14 Offerta tecnica busta B si legge: “La relazione sarà accompagnata da tutti documenti tecnici utili alla valutazione (certificazioni, profili professionali, elenco attrezzature, etc)” si chiede di specificare se tali elementi possono essere considerati come allegati alle 10 pagine di offerta tecnica.
 RISPOSTA n°22: si.


QUESITO n°23: Si chiede di specificare se i curriculum vitae del gruppo di lavoro possono essere allegati all’offerta tecnica.
 RISPOSTA n°23: si.


QUESITO n°24: Nell’art. 14 del disciplinare di gara si riferisce di inserire a pena di esclusione, tra gli altri, il prezzo offerto per il servizio, con indicazione separata, degli oneri di sicurezza. Il modello di offerta economica ripubblicato non prevede i costi della sicurezza, chiediamo pertanto dove questi andranno inseriti. È possibile integrare il modello di offerta con gli importi relativi alla sicurezza?
 RISPOSTA n°24: Abbiamo provveduto ad integrare Il modello off eco pubblicato  sul sito con la voce “oneri di sicurezza”.


QUESITO n°25: Offerta economica: è corretto ritenere che il prezzo offerto per il servizio inserito nell’offerta economica dovrà essere riferito esclusivamente al ribasso della base d’asta imputata al servizio (€ 240.000,00)? 
 RISPOSTA n°25: si è corretto.


QUESITO n°26: Dichiarazione a corredo dell’offerta economica: deve essere presentato documento a comprova relativamente alla dichiarazione di aver preso visione, a mezzo di visite, dello stato dei luoghi in cui devono essere eseguiti i lavori ed effettuati i servizi, prendendo atto delle condizioni generali e particolari degli stessi e di aver tenuto conto di tutte le circostanze generali e particolari che possono influire sulla loro esecuzione nel redigere l’offerta economica? In caso affermativo da chi deve essere rilasciato la documentazione a comprova?
 RISPOSTA n°26: Non vi è bisogno di sopralluogo.


QUESITO n°27:  in riferimento alla procedura di gara per il servizio di comunicazione e marketing del sistema Campania Artecard – GIG 6917215A63 si chiede se in merito alle certificazioni richieste è possibile sapere la tipologia esatta.Ovvero si tratta delle certificazioni ISO 14001:2015 – OHSAS 18001 – SA8000? Se si, il possesso di soltanto due delle certificazioni è sufficiente per ottenere il massimo punteggio?  Inoltre, è possibile ricorrere all’istituto dell’avvalimento per le certificazioni richieste?
RISPOSTA n°27: L’operatore economico può presentare tutte le certificazioni inerenti alla attività in oggetto; Il punteggio sarà assegnato in proporzione alle certificazioni presentate; infine non si prevede  l’avvalimento per le certificazioni richieste.


QUESITO n°28:  relativamente alla busta b – offerta tecnica organizzativa, nel Disciplinare di gara le pagine indicate rispetto la relazione tecnico descrittiva sono 10, esse s’intendono fronte retro?
RISPOSTA n°28: Si confermano le 10 pagine intese come 10 facciate, copertina e indice non sono inclusi nel conteggio.


QUESITO n°29:  relativamente alla busta b – offerta tecnica organizzativa, nel Disciplinare di gara si riporta: “Sulla busta nella quale è inserita l’offerta tecnica dovrà essere riportata la scritta “Busta n. B – Offerta tecnica organizzativa”, è da riportare tale scritta “Busta n. B – Offerta tecnica organizzativa”?
RISPOSTA n°29: si così come da disciplinare di gara, punto 14. 


QUESITO n°30:   con riferimento ai materiali da produrre, e per i quali bisogna indicare in offerta economica il prezzo unitario: _ flyer 2 ante _ locandina A3 _ totem si chiede di indicare numero di soggetti e tiratura per soggetto previsti per ogni materiale.
RISPOSTA n°30: Non e’ possibile determinare in questa fase numero di soggetti né tiratura 


QUESITO n°31:   con riferimento ai materiali da produrre, e per i quali bisogna indicare in offerta economica il prezzo unitario: _ flyer 2 ante _ locandina A3 _ totem si chiede di indicare numero di soggetti e tiratura per soggetto previsti per ogni materiale.
RISPOSTA n°31: Non e’ possibile determinare in questa fase numero di soggetti né tiratura .


QUESITO n°32: con riferimento alla procedura in oggetto, essendo prevista attività di vendita delle card (tramite accordi di distribuzione, vendita diretta, prevendita on line…) preghiamo di specificare a quanto ammonti l’aggio di distribuzione per ciascuna tipologia di card e se sia di competenza del vincitore della gara di marketing, del vincitore della gara di biglietteria o di quella di infopoint e call center (limitatamente a quelle vendute tramite questi canali)
RISPOSTA n°32: Leggere la faq n. 14 della relativa procedura di gara.


QUESITO n°33:  con riferimento ai requisiti di idoneità professionale, di capacità economica e finanziaria e capacità tecniche professionali, bando e disciplinare prevedono: 1) fatturato specifico non inferiore a € 375.000 per servizi analoghi nel triennio 2013/2015 2) un contratto di punta (eseguito anche parzialmente) per almeno € 250.000 nel triennio viceversa il modello DOM-DICH prevede rispettivamente la dichiarazione relativa a 1) un servizio analogo per importo non inferiore a € 375.000, in almeno uno degli ultimi tre esercizi , 2) svolgere alla data di presentazione della domanda di partecipazione almeno un servizio analogo per un importo non inferiore a € 250.000 si chiede di specificare a quali requisiti fare riferimento: _ 1 fatturato specifico oppure un servizio analogo per importo non inferiore a € 375.000? _ 2 contratto di punta di almeno € 250.000 eseguito anche parzialmente nel triennio oppure svolto alla data di presentazione della domanda? nel triennio precedente , il modello dom-dic è stato aggiornato
RISPOSTA n°33: _1 come da disciplinare il fatturato specifico nel triennio precedente , il modello dom-dic è stato aggiornato. _2 nel triennio precedente , il modello dom-dic è stato aggiornato.


QUESITO n°34: in merito al bando di gara in oggetto, a seguire sono a porle un chiarimento riguardo le certificazioni e attestazioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori: è sufficiente un’autodichiarazione o è necessario allegare il DVR completo delle certificazioni?
RISPOSTA n°34: è sufficiente un’autodichiarazione, SALVO POSSIBILE VERIFICA CHE LA COMMISSIONE POTRA’ RICHIEDERE.


QUESITO n°35:  1) In caso di partecipazione alla gara di una RTI costituenda, la garanzia provvisoria può essere costituita dalla sola mandataria? 2) In caso di partecipazione alla gara di una RTI costituenda, il pagamento del contributo a favore dell’ Anac e l’acquisizione dell’ AVcpass devono essere presentate solo dall’azienda mandataria o da entrambe e quindi anche dalla mandante?
RISPOSTA n°35::  1) sì, la garanzia provvisoria potrà essere costituita dalla sola mandataria, a condizione che la medesima garanzia rechi con chiarezza l’indicazione di tutte le mandanti per le quali è prestata la copertura e la precisazione che alla gara in parola tutti i soggetti partecipano in ati. Deve cioè essere chiaro che la garanzia copre anche il caso nel quale l’esclusione sia causata da una qualsiasi delle mandanti”; 2) il pagamento del contributo può essere assolto dalla sola mandataria; 3) la sola mandataria avrà cura di acquisire un unico Avcpass relativo tuttavia a tutti i soggetti raggruppati ( quesito n9 dei faq ANAC aggiornati al 18/11/2016 e fascicolo virtuale maggio-giuigno 2013 ); in ogni caso rivolgersi direttamente alla’Autorità per ulteriori delucidazioni;


QUESITO n°36: Al suddetto punto 8 c’è una voce relativa alle “Certificazioni ed attestazioni in materia di sicurezza e salute dei lavoratori, caratteristiche sociali ed ambientali”. Ci premeva sapere se il mancato possesso di tali certificazioni fosse causa a pena di esclusione o se invece fosse determinante esclusivamente ai fini di un punteggio più alto.
RISPOSTA n°36: sono determinati esclusivamente ai fini di punteggio.


QUESITO n°37:  al punto 5. si indica “di avere almeno un contratto (di punta) per servizi analoghi all’oggetto di gara eseguito anche parzialmente per un valore nel triennio di riferimento di importo non inferiore a € 250.000,00″ il nostro quesito è: € 250.000,00 sono da intendersi come importo comprensivo di IVA o al netto di IVA?
RISPOSTA n°37: sono da intendersi al netto d’ IVA.


QUESITO n°38: l’importo può essere raggiunto con più contratti analoghi o è necessario che l’importo sia raggiunto pienamente da un contratto unico?
RISPOSTA n°38: è necessario che l’importo sia raggiunto da un solo contratto.