Gara a procedura aperta per il servizio di ASSISTENZA DI SALA Museo Madre

FAQ

QUESITO n°1:  con riferimento ai requisiti di idoneità professionale, di capacità economica e finanziaria e capacità tecniche professionali, bando e disciplinare prevedono: 1) fatturato globale non inferiore a € 900.000 nel triennio 2013/2015 2) fatturato specifico non inferiore a € 450.000 per servizi analoghi nel triennio 2013/2015 3) un contratto di punta (eseguito anche parzialmente) per almeno € 300.000 nel triennio viceversa il modello DOM-DICH prevede rispettivamente la dichiarazione relativa a 1) fatturato globale non inferiore a € 480.000 nel triennio 2013/2015 2) un servizio analogo per importo non inferiore a € 240.000, in almeno uno degli ultimi tre esercizi   3) svolgere alla data di presentazione della domanda di partecipazione almeno un servizio analogo per un importo non inferiore a € 160.000 si chiede di specificare a quali requisiti fare riferimento.
RISPOSTA n°1:  Fa fede quanto indicato in bando e capitolato, abbiamo provveduto a rettificare il modello DOM DIC.

QUESITO n°2Con riferimento all’Art.1 del Disciplinare Tecnico si richiede di specificare quali siano le responsabilità in capo all’aggiudicatario in relazione alla “sorveglianza scrupolosa delle opere d’arte”.
RISPOSTA n°2Le responsabilità sono quelle derivanti dalla corretta esecuzione del servizio, ovvero di verificare il corretto comportamento del pubblico.

QUESITO n°3:   In merito alla gara in oggetto, per il versamento autorità si rileva discrepanza tra l’importo  richiesto dall’art. 14 del disciplinare e quanto indicato nel sito dell’Anac, come sotto riportato. Prego confermare sia importo del versamento autorità che la data di presentazione offerta.
RISPOSTA n°3: Si conferma il versamento previsto dal sito ANAC  (€ 35,00), mentre la data di presentazione dell’offerta è quella indicata nel disciplinare di gara.

QUESITO n°4: In merito alla partecipazione alla gara per il Servizio di Assistenza di Sala del Museo Madre, essendo in possesso di un attestato per “servizi di reception” presso una Università, si chiede se tale attestato soddisfi i requisiti richiesti al punto 10.4) e 10.5) del disciplinare di gara.
RISPOSTA n°4: i requisiti devono rispondere sia agli importi di cui ai punti 10.4 e 10.5 del disciplinare, sia alle caratteristiche di cui al punto 3 dello schema di contratto costituente atto di gara.

QUESITO n°5: si fa notare che permane la discrasia tra i requisiti richiesti in relazione alla qualificazione degli stessi. Infatti, al punto III.2.2 del Bando, si richiede il possesso, negli ultimi tre esercizi (2013/2014/2015), di “un fatturato specifico complessivo per servizi analoghi all’oggetto della gara non inferiore a € 450.000,00; almeno un contratto (di punta) per servizi analoghi all’oggetto di gara eseguito anche parzialmente per un valore nel triennio di riferimento di importo non inferiore a € 300.000,00); mentre nel dom-dic già modificato, rimane la richiesta di “un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad €. 450.000,00; svolgere, alla data di presentazione della domanda di partecipazione alla gara almeno un servizio un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad €. 300.000,00”. Si sottolinea che la discrasia non attiene agli importi, ma alla qualificazione dei vari requisiti (nel dom-dic, si chiedono due contratti di punta, di cui uno sia in essere al momento della domanda; elemento di qualificazione che, peraltro, risulterebbe essere illegittimo).
RISPOSTA n°5:  Il modello dom-dic è stato aggiornato. 

QUESITO n°6: Si chiede di confermare che, oltre a quanto previsto nel disciplinare circa la compilazione dei modelli a penna (Il modello va compilato a penna intervenendo nella sua struttura solo per aggiungere righe/spazi laddove quelli di base fossero insufficienti), gli stessi possano essere anche compilati con strumenti di videoscrittura e successivamente stampati e firmati.
RISPOSTA n°6: Il modello va compilato a penna intervenendo nella sua struttura solo per aggiungere righe/spazi laddove quelli di base fossero insufficienti.

QUESITO n°7: Si chiede di chiarire se il “il prezzo orario offerto per il servizio” da indicare nel mod-off, attenga al complessivo costo orario dell’intero servizio, ovvero se attenga al costo orario della singola unità lavorativa.
RISPOSTA n°7:  il prezzo orario offerto per il servizio” da indicare nel mod-off, attiene al complessivo costo orario dell’intero servizio.

QUESITO n°8:  con riferimento alla gara in oggetto “Servizio di Assistenza di Sala del Museo Madre” – GIG. 6917181E53 – CUP C69D16002510002, con la presente si richiedono alcuni chiarimenti circa una discrepanza rilevata in merito ai Requisiti di capacità economico e tecnico/professionale, tra quanto indicato ai punti c) ed d) della sezione III.2.2 del bando (nonché ai punti 4 e 5 articolo 10 del disciplinare di gara), e quanto specificato nel MODULO DOM-DIC aggiornato. Nello specifico: – Al punto c) della sezione III.2.2 del BANDO di GARA si specifica che i concorrenti dovranno presentare “dichiarazione, sottoscritta in conformità alle disposizioni del D.P.R. n. 445/2000, che il concorrente ha realizzato negli ultimi tre esercizi (2013/2014/2015) un fatturato specifico complessivo per servizi analoghi all’oggetto della gara non inferiore a € 450.000,00” mentre nel modulo DOM-DIC aggiornato si indica “di aver svolto in almeno uno degli ultimi tre esercizi approvati 2013, 2014, 2015 un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad €. 450.000,00”. Per cui nel bando si fa riferimento al fatturato specifico complessivo del triennio (2013/2014/2015) mentre nel modulo DOM-DIC si precisa che il fatturato specifico deve essere relativo ad “almeno uno degli ultimi tre esercizi approvati”. In tal caso bisogna attenersi a quanto specificato nel bando di gara oppure al modulo? il fatturato specifico dovrà essere “complessivo del triennio” oppure relativo ad “almeno uno dei tre anni approvati”?
RISPOSTA n°8: vedi risposta n.5

QUESITO n°9:  Al punto d) della sezione III.2.2 del BANDO di GARA (nonché al punto 5 dell’ art. 10 del Disciplinare di gara ) si specifica che i concorrenti dovranno possedere “almeno un contratto (di punta) per servizi analoghi all’oggetto di gara eseguito anche parzialmente per un valore nel triennio di riferimento di importo non inferiore a € 300.000,00” mentre nel modulo MODULO DOM-DIC aggiornato e’ riportata tale dicitura “Svolgere, alla data di presentazione della domanda di partecipazione alla gara, almeno un servizio analogo a quello oggetto della presente gara, per un importo non inferiore ad €. 300.000,00 (cod. contratto di punta)”. Anche qui risulta evidente l’ incongruenza relativa al periodo di riferimento, che nel bando e nel disciplinare di gara, è sempre il triennio (2013/2014/2015) mentre nel MODULO DOM-DIC aggiornato il periodo specificato è “alla data di presentazione della domanda di partecipazione alla gara”, ne consegue che il contratto può riguardare anche gli anni 2016 e 2017. Anche in questo caso bisogna attenersi alla specifica contenuta nel bando e disciplinare di gara oppure a quanto riportato nel modulo?
RISPOSTA n°9: vedi risposta n.5

QUESITO n°10:  Relativamente ai criteri di aggiudicazione menzionati nel bando e nel disciplinare di gara e nello specifico relativamente alla “Struttura organizzativo/logistica messa a disposizione, con indicazione dei profili impiegati per l’esecuzione dei servizi” si chiede se sia necessario presentare i curricula nominativi del personale che andrà effettivamente a svolgere il servizio e della sovrastruttura aziendale che si occuperà della organizzazione, gestione e controllo delle attività poste a bando di gara o sia sufficiente indicare dei profili generici specificandone le competenze tecniche e l’esperienza in ambito analogo.
RISPOSTA n°10: E’ sufficiente indicare sia i profili generici specificandone le competenze tecniche, sia l’esperienza in ambito analogo.

QUESITO n°11: la presente per richiedervi i seguenti chiarimenti per le procedure di gara servizio di assistenza di sala e servizio di biglietteria: 1- c’è passaggio di cantiere? 2- riferimento monte ore globale;
RISPOSTA n°11: 1-  La società sta valutando questa possibilità, di cui ne darà pubblica comunicazione dei tempi e modi previsti dalla normativa di riferimento; 2- si fa riferimento a quanto indicato nel dando di gara;

QUESITO n°12:  1) In caso di partecipazione alla gara di una RTI costituenda, la garanzia provvisoria può essere costituita dalla sola mandataria? 2) In caso di partecipazione alla gara di una RTI costituenda, il pagamento del contributo a favore dell’ Anac e l’acquisizione dell’ AVcpass devono essere presentate solo dall’azienda mandataria o da entrambe e quindi anche dalla mandante?
RISPOSTA n°12:  1) sì, la garanzia provvisoria potrà essere costituita dalla sola mandataria, a condizione che la medesima garanzia rechi con chiarezza l’indicazione di tutte le mandanti per le quali è prestata la copertura e la precisazione che alla gara in parola tutti i soggetti partecipano in ati. Deve cioè essere chiaro che la garanzia copre anche il caso nel quale l’esclusione sia causata da una qualsiasi delle mandanti”; 2) il pagamento del contributo può essere assolto dalla sola mandataria; 3) la sola mandataria avrà cura di acquisire un unico Avcpass relativo tuttavia a tutti i soggetti raggruppati ( quesito n9 dei faq ANAC aggiornati al 18/11/2016 e fascicolo virtuale maggio-giuigno 2013 ); in ogni caso rivolgersi direttamente alla’Autorità per ulteriori delucidazioni;

QUESITO n°13: Si specifica che la scrivente Società intrattiene rapporti bancari con un solo Istituto. Considerato che, da un lato, tale circostanza è indice di stabilità e solidità economica e che, dall’altro, numerose pronunce giurisprudenziali ritengono sufficiente, al fine di concorrere a procedure di gara, produrre una sola dichiarazione bancaria, si chiede cortesemente conferma che sia sufficiente produrre una sola dichiarazione.
RISPOSTA n°13: nel rispetti dei principi giurisprudenziali citati, il concorrente in possesso di una sola referenza bancaria potrà allegare alla documentazione amministrativa specifica dichiarazione con la quale attesti sotto la propria responsabilità di intrattenere rapporti esclusivi consolo istituto bancari e di offrire in sostituzione della seconda referenza la documentazione ritenuta idonea.

QUESITO n°14:  alla risposta al ns quesito n.24 non capiamo ancora come bisogna presentare le  offerte, visto che il bando per offerta di biglietteria ed assistenza scade il  31/01/2017 mentre il bando per offerta di assistenza sala del museo scade il  30/01/2017 quindi le richiediamo: vanno presentati 2(due) plichi distinti per ogni bando,  compreso 2(due) offerta tecniche? Inoltre il versamento all’ANAC da fare ne sono 2(due) di cui uno di € 140,00 ed  uno di € 35,00?
RISPOSTA n°14: I servizi a cui fa riferimento sono oggetto di due procedure separate:  uno è i l servizio di accoglienza e biglietteria (CIG  6917259EB1), l’altro è il servizio di assistenza di sala (CIG  6917181E53) , con termini e modalità distinte e separate, di conseguenza due contributi anac così come risultano dal sito stesseo (sito anac) .

QUESITO n°15: in considerazione del particolare rilievo dell’argomento in oggetto, ai fini di una corretta valorizzazione economica del servizio, si chiede cortesemente di poter ulteriormente specificare se il personale attualmente impiegato nei servizi oggetto di affidamento debba essere assorbito dal concessionario.
RISPOSTA n°15:  Si veda la Rettifica pubblicata

QUESITO n°16: Con riferimento all’Art.2 del Disciplinare Tecnico si richiede di specificare il livello di formazione antincendio necessario per gli addetti
RISPOSTA n°16: quello previsto per legge.

QUESITO n°17: Con riferimento all’Art.2 del Disciplinare Tecnico si richiede di specificare se gli addetti antincendio e primo soccorso debbano agire autonomamente o in supporto a una o più squadre messe a disposizione dalla Committente.
RISPOSTA n°17: dovranno agire autonomamente.

QUESITO n°18: Con riferimento all’Art.2 del Disciplinare Tecnico si richiede di specificare il numero di addetti antincendio e primo soccorso debbano essere contemporaneamente presenti durante gli orari di apertura al pubblico
RISPOSTA n°18: numero previsto dalla normativa vigente in materia

QUESITO n°19:  Con riferimento all’Art.2 del Disciplinare Tecnico, per una corretta valutazione economica, si richiede di specificare il numero di volte e l’impegno in termini di ore lavorative nelle quali sono state necessarie le 4 unità aggiuntive da prevedere in occasione delle mostre durante l’anno 2016.
RISPOSTA n°19: il dato 2016 non è indicativo per la valutazione economica.

QUESITO n°20: Con riferimento all’Art.2 del Disciplinare Tecnico si richiede di specificare se il Referente/Responsabile del servizio sia un’unità aggiuntiva o possa essere considerato incluso all’interno delle numero di unità previste.
RISPOSTA n°20: può essere considerato incluso, purchè rispondente alle necessità di presidio richiese dal servizio.

QUESITO n°21: Al fine di fornire risposte chiare e pertinenti, si richiedono chiarimenti relativamente ai criteri di aggiudicazione/valutazione riportati nella griglia inserita nel disciplinare di gara con riferimento specifico al punto 2.Gestione della fase di avvio del contratto
RISPOSTA n°21: Si intende la valutazione della modalità prevista in fase iniziale di attivazione del servizio, stante la delicatezza del passaggio che dovrà avvenire senza disservizi per il Museo.

QUESITO n°22: per meglio comprendere il quesito, si chiede voler confrontare il mod. DOM-DICH della gara del Servizio di Biglietteria del sistema Campania Artecard (che riteniamo corretto pag. 4) e quello della gara in oggetto (che riteniamo non corretto pag. 5). Si nota una discordanza nello schema dove si deve indicare di aver svolto negli ultimi tre esercizi un servizio analogo.
RISPOSTA n°22: il modello DOM-DICH corretto risulta essere quello a pag 5 della procedura di Gara Servizio di ASSISTENZA DI SALA MUSEO MADRE CIG 6917181E53 , sarò aggiornato invece mod. DOM-DICH della gara del Servizio di Biglietteria del sistema Campania Artecard, che risulta essere difforme degli altri.

QUESITO n°23: si chiede di specificare se siano presenti o meno rischi di interferenza e quindi i relativi oneri della sicurezza al netto di iva e non soggetti a ribasso (rif. art. 26 dlgs 81/08).
RISPOSTA n°23: si specifica che per la tipologia di servizio oggetto delle presente bando non sono presenti e non si rivelano rischi interferenziali per i quali è previsto onori di sicurezza o dispositivi di protezione individuale così così come ai sensi del dlgs n° 81 del 2008.

QUESITO n°24: con riferimento alla procedura in oggetto si chiede a codesta Spettabile Stazione Appaltante di fornire il DVR unitamente all’inventario completo di specifica del valore delle opere e dei beni che ricadono sotto la responsabilità dell’aggiudicatario.
RISPOSTA n°24: per quanto attiene alle opere, queste variano in funzione delle esposizione temporanea di mostra.